Quando si tratta di proteggere e salvaguardare l’ambiente, la startup Green Tech Solution non si tira mai indietro.

L’UNIONE FA LA FORZA:

Una volta giunti a destinazione è stato possibile per tutti i volontari collocarsi e sistemarsi in ciascun alloggio, per poi procedere con le operazioni. La prima fase è iniziata con l’aver scavato apposite buche, al cui interno è stato inserito uno strumento a forma di ciambella, il cosiddetto “Cocoon“ . Nella seconda fase sono state posizionate le piante al centro di ciascun cocoon  ed una volta terminato, ogni cocoon è stato riempito d’acqua. In questo modo la pianta assorbirà l’acqua grazie ad una corda, che permetterà all’acqua stessa di risalire fino al terreno.  Infine, nell’ultima fase, è stato ricoperto il tutto. Un vero e proprio lavoro di polso ma soprattutto di squadra, che ha visto la creazione di quasi 30 quercie e diverse piante di mirtillo, distanziate accuratamente l’una dall’altra, proprio per evitare un’eccessiva competizione per la crescita tra le piante.

GREEN TECH SOLUTION E REFOREST: Partecipare ad attività come quella di #Reforest, ha rappresentato un’esperienza decisamente significativa: è stato possibile comprendere in modo concreto, il grande impegno, gli sforzi e le diverse difficoltà che vengono ogni giorno affrontate. Per tali motivi, la startup Green Tech Solution ha deciso di offrire il proprio contributo, attraverso l’utilizzo della propria tecnologia. Sono queste le basi del nuovo progetto chiamato  REFOREST ROVER, un sistema automatico per le operazioni di forestazione, il quale definisce l’inizio di una nuova collaborazione e nuove interessanti opportunità.